BaskETschool

Progetto riservato alle Scuole Primarie

Il Progetto per le Scuole nasce con un obiettivo LUDICO ed uno FORMATIVO/EDUCATIVO:
Il PROGRAMMA LUDICO è il momento del gioco, dove i bambini sono chiamati ad avvicinarsi al basket con gioia ed entusiasmo.
È la fase nella quale il bambino entra in contatto con il gioco, ne apprende le prime regole e inizia ad avere confidenza con la palla, gli spazi, le strutture e i compagni di gioco.
Il PROGRAMMA FORMATIVO/EDUCATIVO è invece il momento nel quale, attraverso l’esperienza vissuta e reale della pallacanestro, si condividono con i bambini i valori fondanti dello Sport come, ad esempio: l’impegno, la solidarietà, l’amicizia, il rispetto di sé stessi e degli altri, il valore della vittoria e della sconfitta.

PROGRAMMA LUDICO

Attività: GIOCOSPORT EASYBASKET

Target: CLASSI 3°, 4° E 5°

Obiettivo: DIFFONDERE LA CONOSCENZA DEL BASKET TRA I PIÙ PICCOLI
FARLO PRATICARE

La Federazione (FIP-FIBA) individuerà e sceglierà gli Istruttori Minibasket qualificati che andranno presso le scuole aderenti all’iniziativa: il loro intervento sarà articolato in un programma di 8 incontri/lezioni di Easybasket.
I programmi tecnici di attuazione del progetto verranno definiti dal Settore Minibasket Regionale FIP.
Le scuole non dovranno sostenere nessuna spesa poichè l’intero progetto sarà a carico della FIP e FIBA.

Alle scuole verrà consegnato il seguente materiale:

  • 1 Segnapunti Manuale
  • 10 Palloni
  • 10 Telette/Pettorine di due colori

Agli insegnanti verrà consegnato il seguente materiale:

  • 1 Dispensa con le Regole del Gioco
  • 1 Dispensa con le Lezioni svolte dall’Istruttore
  • 1 Fischietto
  • 1 Polo o t-shirt

Cos’è Easy Basket?

Il Minibasket facile per la Scuola Primaria!
Il gioco Easy Basket nasce con l’intento di facilitare l’approccio al Minibasket nella

Scuola Primaria.
Il Minibasket, in questi anni, è stato accolto con favore dai docenti della Scuola Primaria e si è inserito adeguatamente nelle programmazioni educative e didattiche dei docenti della Scuola Primaria. I giochi, le gare di palleggio, passaggio e tiro hanno incontrato il consenso di insegnanti e bambini, ma è stato difficile, poi, il giocare a minibasket, trasferendo in situazioni di gioco gli apprendimenti sviluppati nelle progressioni didattiche d’insegnamento.
Easy Basket nasce dunque per sostenere e rinforzare la valenza educativa del giocosport Minibasket, semplificandone alcuni aspetti e facilitando l’utilizzo delle modalità di gioco. Easy Basket significa essenzialmente facilitare il gioco, fare in modo che i bambini siano in grado di giocarlo subito, e i docenti di poterlo gestire senza perdersi in troppe regole e norme applicative.

LE REGOLE

Canestro ad altezza 2,60m (ma va bene anche di meno!)

Campo di lunghezza inferiore ai 20m (troppo spesso molto di meno!)

Partita di 6 tempi da 5’ ciascuno (ma dipende!)

Il cronometro non viene mai fermato

Squadre miste composte da un minimo di 9 giocatori/trici ad un massimo di
18 giocatori/trici (1 classe divisa in 2 squadre o 2 classi che si incontrano)

Partecipazione al gioco:

  • 1 tempo di gioco: garantito a tutti
  • 2 tempi di gioco: massimo consentito
  • 3 tempi di gioco: non consentiti a nessuno

Il valore dei punti:

  • 1 punto: ogni volta che il tuo tiro tocca il ferro
  • 3 punti: per ogni canestro realizzato
  • 1 punto e possesso della palla: alla squadra che subisce fallo

Palleggio:
SI con 2 mani insieme
SI 2 passi anche da fermi

Passi:
NO più di 2 passi con la palla in mano

PROGRAMMA FORMATIVO/EDUCATIVO

Attività: INCONTRO E DIBATTITO

Target: SCUOLE PRIMARIE

Obiettivo: DIFFONDERE LA CULTURA SPORTIVA E I SUOI VALORI TRA I PIÙ PICCOLI
DIFFONDERE LA CONOSCENZA DEL BASKET
FAR CONOSCERE DOVE POTERLO PRATICARE

Con questa attività si vuole portare qualche esempio concreto di chi lo sport lo vive o lo ha vissuto ai massimi livelli, testimoniando come il rispetto delle regole e la condivisione dei valori fondanti dello sport siano la base per essere degli sportivi di successo, ma soprattutto delle persone migliori.
Vengono affrontati argomenti quali:

  • il valore della squadra il segreto è divertirsi
  • il valore della vittoria (e della sconfitta!)
  • l’importanza dell’impegno l’arbitro come un amico
  • avversari ma non nemici
  • anche i “piccoli” possono giocare
  • l’errore fa parte del gioco
Nel corso di un incontro tra i bambini e uno/due testimonials verranno presentati tutti questi aspetti ed altri ancora, con l’intento di diffondere tra i più piccoli i valori della cultura sportiva.
Hanno già dato la loro adesione amici che hanno fatto la storia del basket in Italia e nel mondo giocatori e allenatori che hanno vinto scudetti, Coppe Internazionali, medaglie con la nazionale alle Olimpiadi, campioni d’Europa, tra i quali:
  • Mabel Bocchi
  • Rosi Bozzolo
  • Giorgio Buzzavo
  • Lidia Gorlin
  • Chiara Guzzonato
  • Pier Luigi Marzorati
  • Alberto Merlati
  • Giorgio Papetti
  • Stefania Passaro
  • Renato Villalta

L’IMPEGNO DI FIBA

  • Individuare tramite l’Ufficio Scolastico Regionale le scuole presso le quali attivare il progetto.
  • Individuare gli Istruttori qualificati con l’aiuto delle Società Sportive presenti sul territorio.
  • Definire i programmi tecnici di attuazione del progetto.
  • Creare il contatto tra il Responsabile della Scuola e l’istruttore individuato dal Comitato Regionale FIP nel territorio per la definizione dei programmi di intervento.
  • Realizzare il materiale tecnico e promozionale.
  • Consegnare all’inizio degli interventi il materiale tecnico e promozionale previsto per l’iniziativa.
  • Organizzare nelle scuole che aderiscono al progetto gli incontri con giocatori e allenatori e bambini.
  • Farsi carico di tutte le spese del progetto, incluse quelle relative agli Istruttori che terranno le lezioni.
  • Organizzare ogni attività correlata all’attuazione del progetto.
  • Gestire il piano di comunicazione del progetto sia verso le scuole, sia verso gli organi di informazione.